La Glicemia indica la concentrazione di glucosio nel sangue ed il valore normale di riferimento è compreso tra i 60 ed i 110mg/dl.
Molti non sanno che prima del vero e proprio “Diabete”, che si diagnostica con una Glicemia casuale superiore ai 200mg/dl o con una Glicemia a digiuno superiore a 126mg/dl, ci sono altre condizioni di “allarme” che impongono di controllare nel tempo questo valore ed adeguare il proprio stile di vita con degli interventi mirati.
Queste condizioni vengono chiamate alterata glicemia a digiuno (IFG da Impaired Fasting Glucose) e alterata tolleranza al glucosio (IGT da Impaired Glucose Tolerance).
L’IFG si verifica quando la Glicemia a digiuno è superiore a 110mg/dl ma è ancora uguale o superiore a 125mg/dl (per cui non si può ancora parlare di Diabete).
L’IGT si verifica quando, dopo aver somministrato un apposito test a base di glucosio, la glicemia si colloca tra i 141 ed i 199 mg/dl.
Queste condizioni sono altamente importanti perché è stato dimostrato che, con adeguati interventi medici, si può rallentare o addirittura evitare l’insorgenza di Diabete di tipo 2.

(Visite Tot: 152, Oggi: 1 )
0

Commenti