Il Cervello umano riceve il 15%-20% di tutto il sangue che circola nell’organismo. E’ sempre attivo (anche durante il sonno) ed elabora circa 70mila pensieri nell’arco di una giornata. Dopo pochissimi minuti senza ossigeno, le cellule che lo costituiscono (i neuroni) cominciano a morire e non possono essere sostituiti.
I mancini e le persone che utilizzano entrambe le mani hanno un corpo calloso (la struttura che collega i due emisferi cerebrali) più grande.
E, a proposito del corpo calloso, una sua interruzione determina una disconnessione tra la parte destra e sinistra, con sintomi variabili. In alcuni casi, ad esempio può capitare che il paziente viva come con “due menti separate”. Se gli si mostra un oggetto disegnato non riesce a dire di che cosa si tratti ma, se gli si chiede di prendere lo stesso oggetto in mezzo a tanti altri, ci riuscirà senza problemi: è come se la mano destra non sappia cosa stia facendo la sinistra. Questo avviene perché le due parti si “specializzano” in funzioni differenti e collaborano continuamente.

(Visite Tot: 126, Oggi: 1 )
0

Commenti