Nel linguaggio comune si sente parlare talvolta di colpo apoplettico. Questo termine non fa parte ufficialmente della terminologia medica e si riferisce probabilmente al fenomeno della “apoplessia”, processo patologico a carico di un tessuto che avviene a seguito di una spontanea emorragia e che comporta gravi conseguenze per l’organo colpito.
Più specificamente, il colpo apoplettico si riferisce ad un episodio avvenuto nel contesto del tessuto cerebrale e quindi ad un ictus emorragico o alla rottura di un aneurisma.
Le conseguenze possono essere tanto gravi da portare spesso alla morte o a grave disabilità.

(Visite Tot: 124, Oggi: 1 )
0

Commenti